images/newsletter/vangelo_del_giorno/21_01_11_vdg_to_presentazione.jpg

In questa rubrica giornaliera vi proponiamo la meditazione del Vangelo del giorno preparata da un fratello o una sorella di Bose. Il nostro desiderio è di spezzare il pane quotidiano della parola di Dio, condividendo la lectio divina fatta nella solitudine della cella monastica. Per tutti il fine è quello indicato da Ignazio d’Antiochia, “rifugiarmi nel Vangelo come nella carne di Gesù” (Lettera ai Filadelfiesi).

Le pericopi del vangelo seguono il lezionario proprio del nostro monastero.   

Una nuova storia

Leggi tutto: Una nuova storia

8 settembre 2021

Per la memoria della natività di Maria il vangelo proposto è la genealogia di Gesù secondo Matteo, che si conclude con la nascita verginale del Messia Gesù. Ma ci chiediamo: che cos’è una genealogia? Matteo la descrive come un “libro della genesi” o “dell’origine” (biblos gheneseos) di Gesù Cristo, figlio di David, figlio di Abramo.

Continua la lettura

Per tutti

Leggi tutto: Per tutti

7 settembre 2021

Tutta la moltitudine del popolo è convocata davanti all’evento di salvezza che si compie in Gesù per opera dello Spirito santo. Anche nella chiesa, nella comunità cristiana, non c’è una gerarchia di merito o di potere, ma una comunione di persone che desiderano condividere la vita di Gesù.

Continua la lettura

L'uomo nel mezzo

Leggi tutto: L'uomo nel mezzo

6 settembre 2021

“Alzati e mettiti qui nel mezzo!” (v. 8): due precisi movimenti che partono dal comando di Gesù, ma che richiedono la risposta dell’uomo: mettersi in posizione verticale (“alzati”, risorgi!) e porsi nel mezzo. Ecco l’agire di Gesù: rimettere l’uomo “in piedi” e riportarlo al centro, sottraendolo alla condizione di marginalità, restituendogli dignità e pienezza di vita.

Continua la lettura

Chiamati a un esodo per la vita

Leggi tutto: Chiamati a un esodo per la vita

4 settembre 2021

Dio chiama Mosè, “sposando” il suo profondo idealismo utopico, proponendogli di liberare il popolo di Israele, ma lo sottopone a un cammino di maturazione. Vediamo allora come la chiamata si approfondisce. Il cuore impetuoso di quest’uomo è lavorato, attraversato dai dubbi, dalle paure, dalle resistenze.

Continua la lettura

La libertà di servire

Leggi tutto: La libertà di servire

3 settembre 2021

Gesù, in questa sua ultima cena con i suoi, torna a parlare del Regno come di un banchetto preparato dal Padre, “perché mangiate e beviate” (v. 30). La sua grandezza è servire gli altri, è prendersi cura di quel che sono, delle loro mancanze, del loro desiderio. E questo è sedere in trono…

Continua la lettura

Sulla tua parola

Leggi tutto: Sulla tua parola

2 settembre 2021

Pietro avverte una distanza da Gesù, che il Signore stesso colma rivolgendogli una parola che conforta e promette: “Non temere”. Sì, non avere paura Pietro, voglio fare qualcosa dei tuoi scacchi e delle tue fatiche, è proprio te che sto chiamando per affidarti un compito nuovo; la tua debolezza è grazia agli occhi del Signore

Continua la lettura

Crediamo alla potenza della fede?

Leggi tutto: Crediamo alla potenza della fede?

31 agosto 2021

Noi crediamo ancora alla potenza della fede? Crediamo che il Signore risorto ha autorità e potenza? Sono domande forti che rivelano la nostra fede atrofizzata, una fede che resta più su un piano umano, più di atteggiamento e comportamento di vita che cerca e dona amore. Ma noi sappiamo lasciare spazio nelle nostre vite all’agire del Signore risorto?

Continua la lettura

Sana inquietudine

Leggi tutto: Sana inquietudine

28 agosto 2021

È l’amore che ci ha chiamati e scelti, non noi abbiamo scelto lui, ma colui che è l’amore più grande ci ha amati per primo, e ci ha costituiti per rimanere quale frutto del suo amore. Solo il dono totale della vita rende possibile l’amore, perché solo in quella vita deposta sulla croce per i suoi amici, non più servi, possiamo essere liberati da ogni tentazione di autosufficienza, di egoismo, da ogni strumentalizzazione dell’amore, dall’imbarbarimento delle relazioni.

Continua la lettura

Una fresca brezza di novità

Leggi tutto: Una fresca brezza di novità

27 agosto 2021

“Tra voi non è così”: altra è la dinamica della sequela di Gesù; altra quella del discepolo che vive la sequela del maestro. Gli ultimi giorni della vita di Gesù dalla lavanda dei piedi, al processo, alla crocifissione, sono narrazione della diversa via scelta da lui per indicare come Dio è presente in mezzo e accanto all’umanità.

Continua la lettura

Una via da seguire

Leggi tutto: Una via da seguire

26 agosto 2021

Questa pagina evangelica ci pone di fronte, senza sconti, all’esigenza radicale della perseveranza fino alla fine in questa “via del calice”, la via crucis. Uno dei due figli di Zebedeo, Giacomo, ha conosciuto – primo tra gli apostoli – lo stesso esito di quella via percorsa nella logica del suo Signore

Continua la lettura

Comprensione che nasce dall’amore

Leggi tutto: Comprensione che nasce dall’amore

25 agosto 2021

Gesù oggi ci insegna a diventare consapevoli della fatica di ogni giornata umana: che si sia servi laboriosi e dunque stanchi del lavoro fatto, o giudicati inutili, schiacciati dalla stanchezza dell’umiliazione e dal terrore della fame. Gesù parla di un padrone meraviglioso che paga in proporzione al bisogno e alla fatica della giornata, e non alla resa sul lavoro, cioè non al suo personale guadagno! Non è forse ciò che ci augureremmo tutti in questo mondo?

Continua la lettura

L’onestà di lasciarsi spiazzare

Leggi tutto: L’onestà di lasciarsi spiazzare

24 agosto 2021

Natanaele conosce bene le Scritture e dubita che dalla Galilea possa venire il Messia, ma sa anche che del Messia non si conosce l’origine: questo paradosso forse inizia a far incrinare il suo pregiudizio, instilla un dubbio nelle sue certezze. Filippo e Natanaele si incontrano e tra loro parlano di Scrittura: è essa al centro della loro vita e dei loro pensieri, è la Torah a unirli nel profondo. E noi quali parole ci scambiamo, quali discorsi ci uniscono? Chi è al centro delle nostre relazioni?

Continua la lettura

A mani vuote

Leggi tutto: A mani vuote

23 agosto 2021

La vita di Dio può essere accolta solo da mani e occhi di bambino, da chi accetta di lasciarsi plasmare docilmente, senza presumere di essere già “qualcuno” di fronte al Signore. Fino a quando pretendiamo di andare a Gesù con le nostre “pienezze” e le nostre supposte ricchezze saremo destinati a essere rimandati indietro “a mani vuote”

Continua la lettura